Salvatore Chiummariello

Per non essere uno di tanti...

Una buona strategia di posizionamento legata ad un ottimizzazione sia off-site che on-site è il giusto mix per ottenere il successo.

Ora ti spiego come Configurare email Yahoo .it

Finalmente hai deciso di crearti un account mail su yahoo .it ma ora stai riscontrando dei problemi per configurare la mail yahoo sul tuo client di posta elettronica preferito. Non preoccuparti! Sei nel posto giusto. Se, con calma e con pazienza leggerai queste poche righe che seguono sarai praticamente in grado di leggere la tua mail yahoo.it su tutti i dispositivi che preferisci sia un PC fisso che un Tablet che uno Smartphone con qualsiasi tipo di client di posta elettronica che vuoi usare. Quindi siediti comodo e leggi quanto segue.

Parametri SMTP mail yahoo.it

Indifferentemente dal tipo di client di posta elettronica utilizzato, è importante capire come si vuole leggere e come si vuole inviare la posta, per meglio dire, quale tipo di configurazione o protocollo si vuole usare. Esiste l’ SMTP e l’IMAP oltre che al POP3.  La differenza tra POP e IMAP è semplice, ti spiego subito perchè, con l’IMAP configuri la posta configurandola dove vuoi e in sincronia con la posta sul server, e come se avessi la posta in webmail dal vivo, al contrario della posta POP3 che invece crea una sorta di replica della posta sui singoli client di posta elettronica e se si cancella la posta sulla singola macchina, questa non viene cancellata direttamente sul server ma solo li, a differenza dell’IMAP che è un collegamento diretto. L’SMTP è invece il parametro utile per l’invio della posta. Dopo averti detto tutto questo, non preoccuparti e non allarmarti, la configurazione è semplicissima basta che segui le istruzioni che seguono e imposti correttamente le informazoni che ti fornisco, se non sbagli nulla, non avrai più preoccupazioni.

Server IMAP YAHOO ,  della posta in arrivo (IMAP):

Server: imap.mail.yahoo.com
Porta: 993
Richiede SSL, spuntare SI

Server SMTP YAHOO,  della posta in uscita (SMTP)

Server: smtp.mail.yahoo.com
porta: 465 o 587
Richiede SSL: Sì
Richiede l’autenticazione

Configurazione POP YAHOO, Posta in arrivo (POP),  ecco le istruzione:

Server: pop.mail.yahoo.com
Porta: 995
Richiede SSL: si

 

aScopri come usare badoo

Hai scoperto finalmente Badoo, tutti i tuoi amici sono iscritti e vuoi anche tu fare parte di questa community dove fare nuove amicizie e perché no, trovare magari l’amore della tua vita. Sei giunto su questo sito e su questo mio articolo probabilmente perché hai riscontrato alcune difficoltà nell’iscrizione e nell’utilizzo del sito Badoo.

Vorrei farti capire meglio di cosa si tratta Badoo e qual’è il suo funzionamento. Il portale Badoo non è altro che un social networking che ti aiuta nel fare nuove amicizie condividendo foto e video. E utile sia per migliorare le vecchie amicizie, rinforzandole, che, creare delle nuove.

Sei pronto ora a capire come funziona Badoo e sei quindi pronto a occupare qualche minuto per leggere questo articolo così da capire il tutto e da essere soddisfatto di tutto le informazioni ottenute, così da essere capace e anche di spiegare a qualche altro amico o parente come funziona Badoo in tutte le sue funzioni.

Basta con i lunghi discorsi e passiamo subito al sodo, per capire realmente come funziona Badoo, dobbiamo semplicemente effettuare una registrazione. E’ davvero semplice registrarsi su Badoo, basta accedere al sito web www.badoo.it e inserire tutti i dati presenti nel modulo di registrazione presente al click della voce “Prima volta su Badoo?“. Qui inserisci Nome, Città di Provenienza, Sesso e il motivo per il quale ti stai registrando du questo social Network. Fatto questo, clicca sul pulsante verde “Iscriviti“. Se invece non hai voglia di inserire tutti questi dati, puoi velocizzare la procedura di registrazione usando gli accessi con i social network dove già sei registrato come Facebook o altri similari presenti sotto il simbolo dei tre puntini.

L’iscrizione è fatta, ora puoi subito, se vuoi, entrare in contatto con le persone che già conosci se usi il tuo elenco contatti di posta elettronica con il quale ti sei registrato o se invece hai utilizzato uno dei pulsanti social network per effettuare il login. Se invece non vuoi fare questa operazione adesso, basta cliccare sul link “Continua” presente in fondo allo schermo.

Perfetto! Ora ti tocca caricare qualche foto per associare al profilo appena registrato una foto che identifica la tua persona. Per fare questo, puoi cliccare sulla voce “Carica foto da computer” e seleziona la foto o le foto che preferisci rendere visibile online a tutti. Se nel tuo Computer non hai foto disponibili da mettere online, puoi anche scattare una nuova foto tramite la webcam o se preferisci puoi usare quelle collegate ai tuoi account social come Facebook o altri similari. Se invece preferisci fare questa operazione dopo, non preoccuparti, clicca sulla voce “Non ora” presente in basso nella pagina web del sito.

Attendi ora che risulti visibile la pagina web con su scritto il tuo Nome. Congratulazioni! Ora anche tu hai un profilo tutto tuo su Badoo. dopodiché se hai specificato un indirizzo email per l’iscrizione al servizio accedi alla tua casella di posta elettronica, apri il messaggio che ti è stato inviato dal team di Badoo e poi pigia sul link Completa la registrazione presente al suo interno per confermare la tua identità e la tua volontà di effettuare l’iscrizione al servizio.

Se hai fatto tutto, e hai quindi, convalidato il tuo nuovo account, puoi finalmente usare il sito in tutte le sue funzionalità. Ogni volta che accedi con le credenziali a Badoo, ricordati,che ti verrà sempre chiesto se vuoi conoscere nuove persone ma questa funzionalità può venire meno se il profilo risulta non completo. Bisogna quindi rimediare aggiornando il profilo cliccando sul link “Profilo” presente in alto a destra e poi cliccare sul proprio “nome“.

Quando accederai al tuo profilo personale, potrai quindi, aggiornare le info richieste come il nickname, il lavoro attuale, l’aspetto fisico e gli Hobby, lo stato sentimentale attuale e tutto il resto. Ogni modifica va però salvata tramite il pulsante “Procedi” andando a compilare e modificare tutte le varie sezioni visualizzate a schermo come ad esempio il tuo nickname, i dettagli relativi al tuo lavoro ed alla tua informazione, i tuoi interessi, i dettagli riguardanti il tuo aspetto fisico, il tuo stato sentimentale e via di seguito. Ogni volta che apporti modifiche ricordati di cliccare sul pulsante “Salva“.

Ora, clicca sulla voce “Persone nei dintorni” per cercare tutti gli utenti che sono nelle vicinanze della tua residenza così da poter iniziare una conversazione. Per poter iniziare una chiacchierata con una persona di tuo interesse, clicca sulla Foto del profilo scelto cosi da poter accedere al suo profilo dettagliato e completo.

Una volta presente nel suo profilo personale potrai davvero iniziare a capire con chi vuoi iniziare una conversazione grazie al profilo dettagliato che ti troverai davanti e se, quindi, hai intenzione ancora di iniziare una conversazione, non ti resta che cliccare sul pulsante presente in alto alla voce “Chatta“.

Se vuoi iniziare la conversazione con la persona scelta, come ti dicevo, puoi cliccare su “Chatta“, ma se preferisci, puoi anche inserire il profilo selezionato nella tua lista dei preferiti cosi da poterlo contattare anche in un secondo momento. E non solo!, tramite il pulsante presente in alto associato a 3 puntini, puoi scorrere altre impostazione relative a questo account, ovvero inviargli un regalo virtuale, o se ritieni che questo profilo ti sta infastidendo, puoi anche segnalarlo alla redazione di Badoo e bloccare l’utente grazie alla voce “Segnala abuso” oppure “Blocca“.

Badoo ha tante funzionalità associate ai profili utenti. Se per esempio un utente ti piace, puoi cliccare sul pulsante che raffigura il cuore, mentre invece se non ti piace puoi cliccare sul pulsante che raffigura una x.

Come ti dicevo puoi usufruire di tante funzionalità come anche quella di vedere il profilo degli utenti che ti hanno visitato o di quelli che ti hanno messo un bel mi piace tramite il pulsante cuore.

Finalmente hai capito come funziona Badoo e quindi ti meriti un bel complimenti perché hai letto tutto quello che era utile leggere per capire come funziona Badoo e potrai sicuramente da ora in poi divertirti a conoscere e chattare.

Se per qualsiasi motivo dopo averlo usato ritieni opportuno non usufruire più di questo social network di incontri e amicizie, puoi tranquillamente cancellarti da Badoo in ogni momento.

Ma Come funziona PayPal?

PayPal è uno degli strumenti sicuramente più usati per semplificare le transazioni online, se si tratta di un acquisto per prodotti o servizi o se si tratta di semplici trasferimenti di fondi familiari.
Non ci sono costi di attivazione e tutti possono registrarsi, aprire un account senza fornire alcuna info riguardante la carta di credito o info di riferimento del proprio conto bancario.

Non conosci ancora questo strumento di pagamento? Sei ancora scettico sul funzionamento e sul dare le credenziali personali per pagare? Sei allora nel posto giusto! Qui ti farò capire che Paypal funziona in maniera trasparente e soprattutto rende davvero molto semplice un’acquisto online o un trasferimento di fondi. Non c’è bisogno di una laurea o di una specializzazione tecnica per poter usare paypal.it, tutti possono usarlo e tutti, soprattutto dopo questa breve guida, sapranno come muoversi sul sito ed effettuare una transazione o aprire un semplice account.

Creare un account PayPal

Senza perdere troppo tempo in chiacchiere, di seguito ti mostro come iscriversi a PayPal.it.
Accedi a www.paypal.it, in alto a destra trovi il pulsante “Registrati“, scegli se aprire un “conto personale” o aprire un “conto business“. Fatta questa scelta passa allo step successivo.

Breve panoramica sui 2 conti appena citati. Allora, ti spiego subito, un conto Personale è per gli utenti privati e con questo conto puoi usufruire di tutte le funzioni base per ricevere e per trasferire fondi. Un conto Business, invece, serve per le aziende e i professionisti con p.iva, è gestibile da un max di 20 utenti e rispetto a quello personale, questo ha delle funzionalità avanzate come i pagamenti via email o quelli cumulativi.

Ritornando alla registrazione, scelto la tipologia di conto, bisogna indicare il paese di provenienza, l’email e la password per le credenziali di accesso al servizio e cliccare poi su “Continua”.

Ora ti vengono subito richiesti i tuoi dati personali, e l’accettazione alle condizioni d’uso e alla privacy che dovrai spuntare per poi cliccare su “Accetta e Continua”.

Ora, puoi decidere se associare al conto una carta di credito normale o prepagata, puoi inserirla o saltare questo passaggio cliccando sul logo di Paypal presento in alto a sinistra.

Hai finito! Finalmente hai il tuo account PayPal. Ma attenzione, per poterlo far funzionare devi prima validare l’email e il telefono cellulare associato, dati che hai immesso durante la compilazione dei dati durante la fase di creazione account paypal.

Vai in “Posta in arrivo” nella tua casella di posta elettronica, controlla se è arrivata una mail da PayPal e nel contenuto del messaggio troverai il link per convalidare l’email associata al tuo nuovo account PayPal.

La verifica, invece, del proprio numero di cellulare, quello ciò fornito durante la fase di registrazione, devi semplicemente andare alla pagina principale dell’account di PayPal, cliccare poi sulla voce “Conferma numero di cellulare“, subito ti verrà inviato via SMS un codice di verifica che dovrai inserire nello spazio predisposto nella pagina di PayPal.

Come associare una carta di credito e/o un conto bancario al nuovo account Paypal

Allora, la buona notizia è che l’account è creato e da adesso puoi utilizzarlo. La notizia meno buona è che per poterlo utilizzare senza limiti sia di prelievo che di versamento, bisogna verificare la tua identità e per poterlo fare c’è bisogno di associare una carta di credito tradizionale o una prepagata o inserire direttamente l’IBAN bancario personale.

Senza verificare la propria identità i limiti sono questi ovvero non è possibile prelevare più di 750,00 euro al mese o 1.000,00 euro all’anno dal proprio conto e non è possibile incassare somme superiori ai 2.500,00 euro.

Passiamo dunque ad associare o la carta o il conto bancario. Per entrambe le cose bisogna andare comuque sotto la voce “Portafoglio” presente nel menù in alto dell’account Paypal, si presenteranno 2 voci, una “Collega una carta” e l’altra “Collega un conto bancario”. Se si sceglie la carta, bisogna inserire tutte le info relative alla carta di credito da associare, una volta caricati tutti i dati bisogna cliccare sul pulsante “Salva”. Se invece si sceglie di associare un conto bancario, basta semplicemente inserire come informazione il proprio numero IBAN e salvare il tutto.

Se la scelta è stata quella di associare una carta di credito, PayPal, provvederà ad addebitarti su questa una piccola somma con associata una causale che ti sarà utile perchè successivamente ti verrà richiesta da PayPal per confermare l’addebito e quindi le informazioni immesse.

La stessa cosa succede sull’IBAN, dove PayPal invierà un bonifico con un importo minimo ma con causale utile per la conferma dell’arrivo del bonifico e dei dati su paypal. L’addebbito non supera la cifra di 1,50€.

Pagare e inviare denaro con PayPal

Eliminate tutte le restrizioni, autenticato il profilo con l’associazione di Carta di Credito o di IBAN sei ora in possesso di un vero account PayPal perfettamente funzionante e attivo di tutte le sue funzionalità ed ora ti spiego come funziona PayPal in tutte le sue funzionalità.

Paypal si è  allargato a grande scala anche grazie a Ebay che fino a qualche tempo fa era anche il proprietario di questo sistema di pagamento, sfruttatissimo per le sue aste.

Paypal si è diffuso a larga scala soprattutto per la facilità con cui portare a termine una transazione infatti dove è possibile trovare il logo Paypal come metodo di pagamento accettato, basta inserire l’email e la password del proprio account paypal e portare a termine la transazione.

Se sul conto Paypal sono presenti fondi verranno utilizzati quelli, altrimenti verranno presi dalla carta associata all’account o dal conto IBAN associato. Tutto qui! Molto semplice non credi!

Ovviamente puoi anche inviare soldi dal tuo Account alla tua Carta o Conto Bancario associato, basta selezionare la voce “Trasferisci denaro” che trovi nel riepilogo del tuo account.

Visto che come funziona paypal è stato abbondantemente spiegato, per ultima cosa ma non di certo meno importante, anzi, ti elenco le varie commissioni sui pagamenti in base all’utilizzo dei fondi in Europa o Fuori dalla zona Euro. L’invio di denaro nella zona euro è totalmente gratuita se si trasferiscono fondi fra 2 conti PayPal. Se invece si inviano soldi con una carta di credito collegata al servizio vengono addebitati 0,35 euro + una commissione che non supera il 3,4% del valore della transazione. Al di fuori della zona euro viene applicata una commissione dello 0,4/1,8% con conto PayPal o max 5,2% + 0,35 euro se si usa la carta di credito.

 

Sei sempre con lo smartphone ad usare  WhatsApp ma a lavoro non puoi stare col cellulare in mano sempre? bene! ti aiuto io a non utilizzare il tuo smartphone ma ad usare il pc o il mac grazie a  WhatsApp Web così mentre lavori o studi hai subito a portata di mano tutti i contatti e tutti i tuoi messaggi istantanei come se avessi lo smartphone sempre in uso.

Se sei gia pratico dell’uso della famosa app WhatsApp da smartphone, ti assicuro che via web, non troverai nessuna differenza nè alcuna difficoltà nell’inviare messaggi, allegati, foto, documenti e quant’altro. Non c’è bisogno di una laurea per poter usare WhatsApp Web, anche se non sei una cima con il PC non preoccuparti, grazie a questo tutorial riuscirai davvero ad usarlo nel migliore dei modi.

Sei pronto a scoprire tutte le funzionalità di WhatsApp web? Perfetto! Cominciamo subito, e vorrei iniziare, prima dandoti delle risposte a quesiti ripetutamente chiesti sull’applicazione WhatsApp, domande che spesso lettori come te si fanno e non trovano risposta, bene, sono qui pronto a chiarire ogni dubbio su questo famosa app di comunicazione online.

Le classiche domande con le risposte veloci e rapide per capire al meglio WhatsApp Web:

Tutti gli smartphone sono compatibili con WhatsApp Web?
Tecnicamente tutti. WhatsApp Web è compatibile con quasi tutti i terminali Android, iOS 8.1 o superiori, Windows Phone 8.0 e 8.1, BlackBerry e BlackBerry 10 e i Nokia da S60 o S40 EVO.

WhatsApp Web è utilizzabile con tutti i browser?
WhatsApp Web è compatibile con Chrome, Firefox, Safari, Opera e Microsoft Edge tranne che Internet Explorer, ormai datato e in disuso. Su Safari non tutte le funzioni sono disponibili.

WhatsApp Web funziona anche senza lo smartphone associato?
Assolutamente No, WhatsApp Web funziona come un clone del tuo smartphone, e ovviamente, se lo smartphone è spento, il software online non si avvia in quanto non riesce ad associarsi a nessun dispositivo.

Sia lo Smartphone che il PC devono avere la stessa connessione dati?
Assolutamente No. WhatsApp Web funziona anche se lo smartphone è in 3G o 4G/LTE.

Bisogna registrarti per WhatsApp Web?
Assolutamente No. WhatsApp web è, come detto in precedenza, un clone della tua app ufficiale presente sul tuo smartphone o tablet.

Quanto costa questa questo servizio?
Niente Costi. Paghi solo la rete in cui sei appoggiato, se usi il PC e sei collegato alla tua rete WI-FI paghi la classica bolletta dati che hai di solito senza alcun costo aggiuntivo in quanto trattasi di una semplice applicazione web come molte altre.

Ecco fatto, ora passiamo alla pratica cosi da spiegarti come usare WhatsApp Web

Dopo tutte queste premesse fatte credo che ora hai un idea chiara e precisa di whatsapp web, ma per essere sicuro che tutto è chiaro prosegui nella lettura e sicuramente alla fine avrai totalemente le capacità di usare in perfetta autonomia il software online.

Passiamo al dunque, collegati col tuo browser preferito, da PC o MAC, all’indirizzo web  web.whatsapp.com.

Poi, prendi il tuo cellulare e apri l’app WhatsApp, clicca poi sul pulsante con i tre puntini dove troverai la voce “WhatsApp Web“.

Entrerai nella schermata dove compare il quadrante di inquadratura di QR code. Dovrai quindi posizionare il tuo smartphone con la telecamera che risulta quindi attiva, verso lo schermo del tuo PC o MAC dove compare la finestra con il QR Code da scansionare.

Appena la schermata combacia immediatamente il tuo smartphone con l’app WhatsApp sarà associata a quel PC o MAC con quel QR code e in pochi secondi riuscirai a vedere la schermata dei contatti e delle chat attive simultaneamente al tuo smartphone direttamente sullo schermo.

Non ci sono limiti di sessione, ciò vuol dire che puoi usare whatsapp web anche su più browser diversi e usarlo contemporaneamente, basta scansionare i diversi QR Code che troverai all’apertura della pagina web prima indicata.

Spiegare ora il suo funzionamento, una volta che l’hai visto a video, sarà sicuramente una operazione superflua perché la schermata che si presenta e pressoché identica a quella che hai sullo smartphone e quindi le funzionalità sono le stesse.

Nella parte a sinistra ci sono tutte le conversazioni in corso mentre sulla destra c’è tutta l’area attiva per la chat e in basso e in altro trovi le icone classiche per gli allegati e le Emoticons.

Configurare e leggere mail Aruba

Comunicare nel mondo oggi è facilissimo grazie ad un semplice account mail. Ci sono tanti modi per poter aprire un account email e sicuramente uno dei più diffusi e quelli legati ad Aruba.it. Con aruba puoi aprire mail, comprare domini, acquistare hosting e server e usufruire di tanti altri servizi. Oggi voglio spiegarti come usare la posta mail Aruba, come configurarla su vari client di posta elettronica o su smartphone e tablet di ultima generazione. Le procedure sono semplicissime basta che segui passo passo le mie spiegazioni e il risultato sarà ottimale, così non dovrai preoccuparti di configurare la mail aruba.

Configurare la mail Aruba su pc o su tablet e smartphone è quasi una operazione simile, piccolo cose differiscono ma di questo non dovrai preoccuparti perchè, come ti dicevo, dovrai semplicemente leggere le info che ti dirò e non troverai alcun problema nella procedura.

Se sei pronto iniziamo subito a configurare la mail aruba sul tuo pc.

Prima di tutto, scegli quali client di posta elettronica utilizzare per configurare la mail Aruba sul tuo pc. La procedura di installazione di una nuova mail sul client è semplicissima.

Se preferisci usare Outlook di Microsoft devi cliccare su “File” poi su Impostazione account e cliccare su “Nuovo

Se usi, invece, Window Mail live, clicca su “Strumenti“, poi “Account” e poi su “Aggiungi

Se opti per Thunderbird di Mozilla, devi cliccare su “Menu” poi su “Nuovo Messaggio“, poi su “Account email“.

Se non hai un pc windows ma usi il Mac, clicca su Mail, poi su “Preferenze” poi su clicca su “Account“, si aprirà una finestra dove dovrai cliccare su “+“, poi su “Aggiungi un account email

Da ora in poi, a prescindere dal tipo di client o sistema operativo che utilizzi, le informazioni per una corretta procedura di configurazione mail aruba è uguale, dovrai solo scegliere che tipo di protocollo usare, se IMAP o  POP3.

E’ sempre bene ricordare la differenza tra IMAP e POP3, tra i 2 io preferisco il protocollo IMAP perchè sicuramente più moderno, perchè permette la sincronizzazione dei messaggi si più dispositivi senza cancellare alcun messaggio dal server. Mentre con il protocollo POP3, invece, nasce per l’utilizzo su di un singolo dispositivo e può cancellare direttamente i messaggi sul server se si scaricano sul PC, quindi fate molta attenzione su questa scelta.

Scelto il tipo di protocollo non ti resta che seguire le info che seguono per una corretta configurazione mail Aruba sul client di posta elettronica che prediligi. Le info che troverai valgono per le caselle di posta elettronica del tipo @aruba.it ma anche per quelle legate al dominio acquistato su Aruba.it, del tipo nomecasella@nomedominio.ext

I dati per la scelta del protocollo IMAP

Server posta in arrivo (IMAP): pop3s.aruba.it
Porta: 995
SSL: si
Richiede autenticazione: si
Server posta in uscita (SMTP): smtps.aruba.it
Porta: 465
SSL: si
Richiede autenticazione: sì
Nome completo o nome visualizzato: [Il tuo nome]
Nome account o Nome utente: indirizzo di posta elettronica Aruba (es. nome@aruba.it)
Indirizzo e-mail: indirizzo di posta elettronica Aruba (es. nome@aruba.it)
Password: password scelta in fase di creazione della casella di posta elettronica Aruba
Se hai scelto invece il protocollo POP3

Server posta in arrivo (IMAP): pop3s.aruba.it
Porta: 995
SSL: si
Richiede autenticazione: si
Server posta in uscita (SMTP): smtps.aruba.it
Porta: 465
SSL: si
Richiede autenticazione: sì
Nome completo o nome visualizzato: [Il tuo nome]
Nome account o Nome utente: indirizzo di posta elettronica Aruba (es. nome@aruba.it)
Indirizzo e-mail: indirizzo di posta elettronica Aruba (es. nome@aruba.it)
Password: password scelta in fase di creazione della casella di posta elettronica Aruba

Grazie a queste configurazione hai terminato la configurazione della mail Aruba sul tuo PC o MAC.

Non ti resta che controllare se la configurazione è andata a buon fine, per poter verificare questo controlla la tua casella di Posta in arrivo o Inbox per verificare se sono presenti dei messaggi di posta o se vuoi puoi direttamente scrivere una tua email e verificare se questa viene inviata correttamente. Se si visualizzano errori sia in Posta in arrivo che in Posta in uscita, ritorna alla configurazione del tuo account mail Aruba e ricontrolla i dati inseriti con quelli che ti ho scritto io precedentemente.

Ora ti spiego come configurare la mail Aruba su smartphone e tablet.

La procedura più semplice per configurare la tua mail Aruba è quella di utilizzare le app native di posta presente nel tuo smartphone o sul tuo tablet.

Se possiedi un Iphone o un Ipad tablet, puoi utilizzare l’app Mail, presente di default sui sistemi iOS, quindi clicca su Impostazioni e seleziona la voce Posta, contatti, calendario, comparirà la voce Aggiungi account, poi seleziona la voce Altro e inserisci i dati che gia prima ti avevo fornito per la configurazione tramite pop3 o imap.

Se invece usi sistemi tablet o smartphone con Android, ti basta sfruttare l’app Email presente nella schermata in cui sono presenti tutte le altre app. Una volta cliccato inserisci l’indirizzo di posta elettronica e la password scelta in fase di creazione poi clicca sulla voce Configurazione manuale presente in alto a destra e inserisci le info richieste prelevando le info dalle configurazioni precedentemente fornite per IMAP e POP3.

In tutti i casi descritti, sia per le configurazioni mail Aruba per domini del tipo nomecasella@nomedominio.ext o per domini @aruba.it, bisogna selezionare l’opzione relativa all’autenticazione del server necessaria per abilitare correttamente il server della posta in uscita.

Configura e leggi le email Hotmail

Se vuoi capire come poter impostare una email hotmail sul tuo client di posta preferito o sul tuo nuovo smartphone Iphone o Android, sei nel posto giusto.

Di seguito troverai tutte le info per configurare la tua email hotmail su i vari client di posta elettronica disponibili come Outlook, Thunderbird o Apple Mail così da poter gestire senza alcun problema le tue caselle di posta Hotmail sia da smartphone che da tablet o se preferisci puoi direttamente utilizzare un browser web per leggere la tua posta hotmail direttamente tramite web browser.

Non dovrai preoccuparti se sei un utente windows o un utente mac, se sei un possessore iphone o un patito per i dispositivi android. Grazie a questa semplice e breve documentazione, potrai facilmente leggere le tue caselle di posta elettronica hotmail su qualunque dispositivo. Bastano pochissimi minuti e la configurazione sarà terminata con successo su ogni dispositivo e con ogni client di posta che tu preferisci.

Iniziamo con la spiegazione passo passo per la configurazione della posta email hotmail sui client di posta tradizionali.

Microsoft Outlook
Clicca su menu File, poi su Impostazioni account e poi seleziona Nuovo.

Mozilla Thunderbird
Clicca su Menu,  seleziona le voci Nuovo messaggio dopodiché fai clic su Crea un nuovo account email.

Apple Mail
Menu Mail, fai clic su Preferenz, clicca sulla scheda Account e poi su +.

Ora non ti resta che configurare le eventuali specifiche sulla tipologia di protocollo mail da utilizzare ovvero IMAP o POP3 se queste ti vengono richieste perchè è possibile anche che i tuoi client abbiano già pronte le configurazioni per le email hotmail.

Per le configurazioni manuali, ecco i dati per il protocollo IMAP, che ti consiglio tra l’altro.

Server posta in arrivo (IMAP): imap-mail.outlook.com
Porta: 993
Connessione crittografata: SSL
Nome utente: tuoindirizzo@hotmail.com
Password: password dell’account Hotmail
Server posta in uscita (SMTP): smtp-mail.outlook.com
Porta: 25 oppure 587
Autenticazione: sì
Connessione crittografata: TLS

Se, invece, vuoi utilizzare il protocollo POP3 ecco di seguito i dati per il server in arrivo e quello in uscita

Server posta in arrivo (POP3): pop-mail.outlook.com
Porta: 995
Connessione crittografata: SSL
Nome utente: tuoindirizzo@hotmail.com
Password: password dell’account Hotmail
Server posta in uscita (SMTP): smtp-mail.outlook.com
Porta: 25 oppure 587
Autenticazione: sì
Connessione crittografata: TLS

Ovviamente la domanda che ti poni è perchè mai esistono 2 protocolli per una stessa funzione. Giusta osservazione!. Ti spiego subito:

Il protocollo IMAP nasce per l’utilizzo dell’account email su più dispositivi contemporaneamente sincronizzando tutti i dispositivi nel momento in cui ci sono delle modifiche e lascia i messaggi sul server.

Il protocollo POP3 di default ha la cancellazione dei messaggi dal server principale e non ha la sincronizzazione automatica su tutti i dispositivi.

DI base, l’accesso vi POP3 è disattivato, per poterlo attivare bisogna andare sul sito www.outlook.com e cliccare sul pulsante accedi dove dovranno essere inserite le credenziali di accesso ovvero email hotmail e password scelta.

Una volta effettuato l’accesso, clicca sul simbolo dell’ingranaggio e poi cliccare sulla voce Opzione.
Lì poi cliccare sulla voce POP e IMAP presenti sulla sinistra.

Troverai, quindi, la voce Opzioni POP sulla destra e dovrai spuntare su .  Una volta fatto questo, clicca sulla voce Salva presente in alto alla pagina.

Una volta effettuata correttamente la configurazione del tuo account, potrai leggere posta Hotmail sui vari client di posta che preferisci.

Se invece intendi configurare il tuo smartphone o il tuo tablet non ti resta che leggere le informazioni che trovi di seguito per configurare e leggere correttamente la tua posta hotmail.

Leggere la posta Hotmail su smartphone e tablet è una operazione semplice da fare grazie all’ app ufficiale di outlook.com che non necessita di configurazioni particolari ed è compatibile anche con account Gmail, iCloud e Yahoo!.

L’app di Outlook è presente di default sugli smartphone e tablet Windows Phone mentre invece necessità del download gratuito per i dispositivi android e apple.

Una volta scaricata l’app, ti troverai in alto un pulsante con tre linee, che rappresenta il menù, e li a cascata troverai le voci di tuo interesse, ovvero Posta inviata, Posta eliminata, Posta in uscita, Bozze e Posta indesiderata ed eventualmente le cartelle e sottocartelle da te create.

Se invece siete impossibilitati nello scaricare l’app ufficiale outlook, non preoccuparti, perchè potrai usare le configurazione prime descritte ovvero quello relative al Protocollo IMAP e POP3 anche sui vari client di posta elettronica di default presenti nel tuo smartphone o tablet.
La cosa importate è che metti in maniera corretta le informazioni che ti ho descritto cosi da essere sicuro di poter leggere correttamente la posta mail hotmail.

Come ultimo suggerimento ma non meno importante è la possibilità di poter leggere la tua mail hotmail direttamente via web tramite il browser che preferisci senza, quindi, installare alcun tipo di client ma basta solo accedere al sito www.Outlook.com e li inserire le tue credenziali ovvero la tua mail hotmail e la password scelta in fase di creazione account.

Semplicissimo no?. Scegli tu il tipo di accesso preferito per la lettura della tua posta Hotmail.

La mail di Virgilio è una ottima alternativa alle classiche mail di libero.it o gmail.com.
Come per le altre email, anche la web mail virgilio può essere usata tramite browser direttamente dal sito virgilio.it o usando i classici client di poste elettronica.

Oggi ti farà vedere come configurare la mail di Virgilio su client di posta elettronica come Outlook, Thunderbird o Mac OS X Mail. Servono poco informazioni e pochi passi da seguire per poter configurare una volta e per sempre la casella email creata su virgilio.

Configurare Virgilio Mail su Outlook è semplicissimo, devi cliccare sul link “FILE” in alto a sinistra e cliccare nuovamente su “Impostazione Account“.

Nella schermata successiva clicca su “Nuovo” e spunta la voce “configura manualmente“, così da modificare i dati in autonomia e non automaticamente. Successivamente clicca su “Avanti” per 2 volte di seguito.

Ti verrà mostrata la schermata di inserimento dei dati SMTP/IMAP che dovrai compilare seguendo questa configurazione che di seguito ti mostro:

Nome: inserisci qui il tuo nominativo o quello che vuoi che appaia per la mail associata.
Indirizzo posta elettronica: il tuo indirizzo mail di Virgilio (es. nome@virgilio.it).
Tipo di account: IMAP.
Server posta in arrivo: in.virgilio.it.
Server posta in uscita (SMTP): out.virgilio.it.
Nome utente: il tuo indirizzo Mail Virgilio.
Password: la password del tuo account Mail Virgilio.

Spunta La voce “Richiedi accesso con autenticazione password di protezione (SPA)“, clicca , poi, sul pulsante “Altre impostazioni” e seleziona la scheda “Server della posta in uscita“, successivamente spunta la voce “IL server della posta in uscita (SMTP) richiede l’autenticazione” e “utiliza le stesse impostazioni del server della posta in arrivo” poi premere “OK“, “Avanti“, “Chiudi” e “Fine“. La configurazione della mail virgilio su outlook è terminata.

Se usi Mozilla Thunderbird come client di posta elettronica, la configurazione della posta mail virgilio è semplice come spiegata nel punto precedente. Segui queste semplici istruzioni per una corretta configurazione.

Prima di tutto devi cliccare sulla voce “Menù” , poi la voce “Opzioni” e lì su “Impostazione account“.

Clicca poi su “Azioni Account” e “Aggiungi Account di posta“. Qui inserisci le stesse credenziali inserite prima ovvero Nome, indirizzo mail Virgilio Mail e la password associata, poi clicca su “Continua“, successivamente clicca su “Configurazione manuale” e inserisci i dati di seguito:

Nome: il tuo nome o quello che desideri compaia.
Indirizzo email: il tuo indirizzo Virgilio Mail (es. nome@virgilio.it).
Password: la password del tuo account mail Virgilio.
In entrata: IMAP, in.virgilio.it, Porta 143, Nessuna, Password cifrata.
In uscita: SMTP, out.virgilio.it, Porta 587, Nessuna, Password cifrata.
Nome utente: il tuo indirizzo Virgilio Mail.

Spunta la voce “Sono consapevole dei rischi” clicca su “Fatto” per terminare la configurazione.

Se usi la posta predefinita di Mac OS X è semplicissimo configurare il tutto, basta avviare l’applicazione e cliccare su “Aggiungi Account” dal menù “File“.

Si aprirà una finestra che ti chiede Nome Completo, indirizzo mail di Virgilio Mail e la password associata, una volta inseriti clicca su “Continua“, il software intanto controllerà l’esattezza dei dati, se compare un alert di errore, non preoccuparti, clicca su “ignora” e “continua“.

Dal menù “Tipo Account” seleziona IMAP e clicca per 4 volte “Continua” e poi singolarmente su “Crea” e la configurazione è terminata.

Se hai da poco creato un account di posta su Alice MAIL ma non sai come impostarlo su Outlook, sul tuo Iphone o su Thunderbird, questo post fa al caso tuo!

Se al click del pulsante “invia/ricevi posta” ti vengono segnalati errori, vuol dire che durante la configurazione hai settato male alcuni parametri. Ma non preoccuparti! Il post è fatto proprio per aiutarti in questo settaggio.

Non dovrai più preoccuparti della configurazione su computer, smartphone e tablet, perchè dopo questa lettura saprai autonomamente settare i giusti parametri di alice mail ovunque senza perdita di tempo e di testa.

Non preoccuparti se hai alice mail o tim mail, la configurazione vale per tutte le email di alice e il tutorial ti garantirà un corretto settaggio in pochissimi minuti così da poter utilizzare il tuo account di alice mail non tramite browser ma direttamente utilizzando il client di posta elettronica che preferisci.

Iniziamo subito a settare la configurazione:

Ecco come configurare la posta di Alice in uno dei Client Mail:

La configurazione della tua posta mail Alice direttamente nel client di posta elettronica che usi è semplice, basta che si avvia la procedura guidata per l’aggiunta di un nuovo indirizzo mail.

Se la versione di client è Outlook, bisogna cliccare in alto a sinistra alla voce “File” e cliccare successivamente alla voce “Impostazione account“. Cliccare poi su “Nuovo” e seguire le info che vengono richieste.

Se invece utilizzi Windows live mail, devi cliccare su “strumenti“, poi su “account” e infine su “Aggiungi“. Li bisogna poi creare un nuovo account e seguire i dati richiesti.

Se invece utilizzi Thunderbird di Mozilla, devi cliccare sulla voce “Menù” in alto a destra, spesso indicato anche con una icona di tre linee orizzontali. Dopo bisogna cliccare su “Nuovo messaggio” e “Account email esistente” e seguire poi le istruzioni.

Se invece utilizzi Apple Mail, devi cliccare su “Mail” e poi “Preferenze” in alto a sinistra. Cliccare poi su “Account” e seguire poi le istruzioni che tra un po daremo.

Ecco come configurare la posta mail Alice

Superato il primo scoglio per la differenza di client di posta elettronica utilizzati, ci serve ora capire che tipo di protocollo scegliere per la configurazione della posta mail Alice.
Esiste il protocollo IMAP o quello POP3. Il protocollo IMAP, più attuale, permette l’uso della posta su più dispositivi in contemporanea avendo a portata di mano sia messaggi in entrate che messaggi in uscita, sfruttando tutte le postazione di lavoro, quindi su Pc o su Tablet o su Smartphone.
Il protocollo POP3 invece è più datato come sistema e la differenza sta proprio nell’utilizzo della posta su singoli dispositivi, se non settato bene, cancella automaticamente tutti i messaggi che ci sono sul server una volta che questi vengono scaricati. Quindi attenzione nella scelta.

Non ci resta, ora, che darvi le coordinate da inserire nei vari client descritti per settare la mail Alice in tutta tranquillità.

CONFIGURAZIONE IMAP ALICE MAIL

Server posta in arrivo (IMAP): in.alice.it
Porta: 143
Richiede SSL: no
Server posta in uscita (SMTP): out.alice.it
Porta: 587
Richiede SSL: no (STARTTLS)
Richiede autenticazione:
Nome completo o nome visualizzato: [Il tuo nome]
Nome account o Nome utente: indirizzo di posta elettronica Alice Mail (es. nome@alice.it)
Indirizzo e-mail: indirizzo di posta elettronica Alice Mail (es. nome@alice.it)
Password: password scelta in fase di registrazione al servizio Alice Mail

CONFIGURAZIONE POP3 ALICE MAIL

Server posta in arrivo (POP3): in.alice.it
Porta: 110
Richiede SSL: no
Server posta in uscita (SMTP): out.alice.it
Porta: 587
Richiede SSL: no (STARTTLS)
Richiede autenticazione:
Nome completo o nome visualizzato: [Il tuo nome]
Nome account o Nome utente: indirizzo di posta elettronica Alice Mail (es. nome@alice.it)
Indirizzo e-mail: indirizzo di posta elettronica Alice Mail (es. nome@alice.it)
Password: password scelta in fase di registrazione al servizio Alice Mail

CONFIGURAZIONE SE SI UTILIZZA TIM MAIL

Se usi un account TIM Mail e non account Alice Mail con estensione @tim.it invece che @alice.it, dovrai utilizzare questi parametri di configurazione:

Server posta in arrivo: pop.tim.it (POP3) o imap.tim.it (IMAP)
Porta: 110 (POP3) o 143 (IMAP)
Richiede SSL: no
Server posta in uscita (SMTP): smtp.tim.it
Porta: 587
Richiede SSL: no (STARTTLS)
Richiede autenticazione:
Nome completo o nome visualizzato: [Il tuo nome]
Nome account o Nome utente: indirizzo di posta elettronica TIM Mail (es. nome@tim.it)
Indirizzo e-mail: indirizzo di posta elettronica TIM Mail (es. nome@tim.it)
Password: password scelta in fase di registrazione al servizio TIM Mail

Attenzione,  perchè potrebbe comparire un messaggio dove vieni indicato che Alice Mail o Tim mail non utilizza un sistema di cifratura per comunicare. Non temere. Bisogna semplicemente ignorare tale messaggio a prescindere dal client di posta elettronica utilizzato che sia Outlook, Thunderbird o Apple Mail.

Le configurazioni appena descritte per IMAP e POP3 possono essere usate anche per i vari dispositivi android che utilizzano client di posta simili per configurare correttamente la tua posta alice o tim.

L’utilizzo di IMAP è consentito solo quando la rete è TIM e vale sia per Alice mail che per Tim Mail. Se vengono utilizzate connessioni dati diverse di altro operatore l’accesso alla posta elettronica alice o tim mail è possibile solo tramite browser o POP3.

Qualora avessi bisogno di accedere alla posta tramite web browser, ecco di seguito i passi da seguire:

Collegati all’indirizzo mail.tim.it e accedi  al tuo account usando il modulo che trovi sulla destra. Nel campo username devi digitare la parte iniziale del tuo indirizzo di posta elettronica senza aggiungere la chiocciola e l’estensione che potrebbe essere @tim.it, @alice.it o @tin.it, poi devi digitare la password di accesso e devi cliccare sul pulsante “Entra”.

Se ancora non hai un indirizzo mail alice.it o tim.it, basta effettuare una semplice registrazione.
Accedi al sito tim.it e clicca sul pulsante “Registrati”, lì decidi se accedere con un tuo numero telefonico fisso o con il tuo numero telefonico mobile e seguire poi i successivi campi richiesti. Ti verrà chiesto di inserire i dati personali e di inserire il nome per l’indirizzo email che vuoi creare.

Se invece, hai semplicemente dimenticato i dati di accesso, sempre tramite sito tim.it potrai cliccare sulla voce “recupera username/password” e seguire poi le info richieste per un corretto recupero delle credenziali di accesso.

Ecco il link per accedere alla webmail di alice.it

Libero mail

ti spiego come attivare e configurare facilmente la casella di posta mail di libero

Il servizio web mail in italia comprende anche Libero mail che offre ai suoi iscritti subito 1GB di spazio per la gestione della propria casella di posta elettronica. Libero mail è gestibile su tutti i dispositivi che supportano il web, quindi smartphone, tablet e smartwatch, ma è facilmente configurabile anche se si utilizzano client di posta elettronica come Thunderbird, Live Mail, Apple Mail e il sempre presente Outlook.

Oggi, voglio indicarvi come eseguire la procedura per la configurazione non sul browser web ma direttamente nei vari Client di Posta, perchè spesso proprio qui ci si blocca per mancanza di dati di configurazione necessari sia alla ricezione della posta che per l’invio della posta tramite libero mail così da non ricevere messaggi di errore dal server di libero.

La configurazione a primo impatto può sembrare ostica vista la quantità di dati richiesti per una corretta configurazione di invio e ricezione di libero mail. E importante eseguire la procedura guidata per la creazione di un nuovo account e successivamente quando vengono richiesti i dati seguire attentamente i dati che ti suggerisco senza tralasciare alcuna informazione ai fine di un corretto funzionamento della mail di libero.

Configurazione LIBERO MAIL su PC

Come configurare mail Libero

Se non desideri utilizzare i browser come Chrome, Edge, Firefox, Opera, Safari per leggere la tua posta via web, puoi utilizzare i client classici di posta come Mail Live, Thunderbird, Outlook, configurando i dati richiesti con IMAP o POP3 così da poter leggere e scrivere mail.

La differenza tra i 2 protocolli citati, IMAP e POP3  e che con IMAP puoi gestire il tutto in maniera più moderna e sicura perchè riesci a configurarlo da per tutto, smartphone e dispositivi fissi e ti consente di monitorare ogni singola traccia, ogni singola copia del messaggio. Tutto rimarrà sul server cosi da non perdere alcun dato della posta di Libero Mail.

Il POP3, invece, è diretto a quelle persone che preferiscono leggere sempre dalla stessa postazione la propria posta, scaricarla da li e leggerla da li. Il protocollo POP3, infatti, scarica i messaggi dal server e non lascia traccia sui server di posta di Libero Mail.

Se hai deciso, quindi, di configurare la posta di mail Libero su un programma client che preferisci ti invito a seguire i passi successivi per una corretta procedura di configurazione cosi da poter inviare e leggere la mail libero direttamente da li.

Microsoft Outlook
menu File > Impostazioni account > Nuovo;

Mozilla Thunderbird
Menu > Nuovo messaggio > Crea un nuovo account email;

Apple Mail su Mac
Mail > Preferenze > Account e cliccalre sul pulsante + ;

La configurazione protocollo IMAP prevede queste campi:

Server posta in arrivo (IMAP): imapmail.libero.it
Porta: 993
Richiede SSL: sì.

Server posta in uscita (SMTP): smtp.libero.it
Porta: 465
Richiede SSL: ,
Richiede l’autenticazione: sì.
Nome completo o nome visualizzato: [tuo nome]
Nome account o Nome utente: indirizzo di posta Libero (es. nome@libero.it).
Indirizzo e-mail: indirizzo di posta Libero (es. nome@libero.it).
Password: password di Libero Mail scelta in fase di registrazione.

Se con i dati indicati su trovi difficoltà nella lettura o nella scrittura della posta di Libero Mail, utilizza i valori che ti riporto in baso come configurazione alternativa alla tradizionale.

Server posta in arrivo (IMAP): imapmail.libero.it
Porta: 143
Richiede SSL: no.

Server posta in uscita (SMTP): smtp.libero.it
Porta: 465
Richiede SSL:
Richiede l’autenticazione: .
Nome completo o nome visualizzato: [tuo nome]
Nome account o Nome utente: indirizzo di posta Libero (es. nome@libero.it).
Indirizzo e-mail: indirizzo di posta Libero (es. nome@libero.it).
Password: password di Libero Mail scelta in fase di registrazione.

Se invece preferisci la configurazione con il protocolla POP3 ecco la configurazione ottimale per una corretta ricezione e un corretto invio di mail Libero dal tuo client.

Server posta in arrivo (POP): popmail.libero.it,
Porta: 995
Richiede SSL:.

Server posta in uscita (SMTP): smtp.libero.it,
Porta: 465
Richiede SSL:
Richiede l’autenticazione: sì.
Nome completo o nome visualizzato: [tuo nome]
Nome account o Nome utente: indirizzo di posta Libero (es. nome@libero.it).
Indirizzo e-mail: indirizzo di posta Libero (es. nome@libero.it).
Password: password di Libero Mail scelta in fase di registrazione.

Configurazione di Libero Mail su smartphone o tablet

E’ giusto sapere che come per i desktop, anche i dispositivi mobili come smartphone e tablet possono acquisire le stesse configurazione riportare su sia per IMAP che per POP3 per ricevere e inviare posta di mail Libero.
Io ti consiglio comunque di scaricare le app ufficiali che ormai sono disponibili sia nell‘apple store che nel google play e quindi utilizzabili sia per gli iphone che per gli android.

Le applicazioni sono preconfigurate per funzionare con tutti gli account disponibili, che sia Libero, Gmail, Yahoo! mail e altri, perchè sono già attiva tramite IMAP e POP3, di solito basta inserire i dati di accesso al tuo account ovvero email e password per accedere a tutto.

Tieni presente che l’account di libero Mail ha anche l’autenticazione tramite codice sms, quindi potrebbe essere necessario inserire non più la password ma il codice di verifica generato dal codice sms ricevuto. Tutto questo per una maggiore sicurezza.

Spreco di energia

un uso improprio delle fonti di energia per mancanza di cultura “green”

energia

Energia – tante fonti usate in malo modo

In tutto il mondo, ogni giorno, persone, famiglie, aziende,tutti ma proprio tutti utilizzano (me compreso) una fonte energetica per poter avviare un qualsiasi dispositivo, un ipad, un orologio, una sveglia, una lavatrice, una lampada, una tv.

Un intera casa oggi è connessa ad una fonte energetica e tutto funziona solo con energia, senza di essa non si potrebbe vedere la tv, non si potrebbe rispondere ad un telefono, non si potrebbe navigare su internet.

Siamo un popolo dipendente da fonti energetiche.

L’intero iter industriale dipende dall’energia, energia come fonte unica di avvio per tutto il sistema societario nazionale e internazionale.

Ci siamo chiesti senza l’uso di energia cosa sarebbe la nostra vita?

Possibile che dipendiamo da tutta questa energia? Credo proprio che per il momento la risposta è SI.

Ora, visto che alternative a breve non ci sono ,cerchiamo almeno di sfruttarla al meglio.
Perchè dico questo? Bene, diciamo che gran parte della popolazione, aziende comprese, tendono a a sfruttare la loro energia non al meglio, c’è chi la sfrutta non a pieno, chi la sfrutta male sprecandone troppa e spesso anche in malo modo.

Questo è causa di sprechi economici e sprechi ambientali, economici perchè si spende molto di più di quanto si dovrebbe, e ambientali, perchè lo spreco di energia, esempio quelle combustibili, sono anche una causa di forte inquinamento ambientale. Pensiamo a N aziende che utilizzano gasolio o carbon fossile come fonte di energia, e ogni giorno bruciano quantità enormi, queste oltre a fare il loro dovere, entrano pari pari nell’ambiente in forma fortemente cancerogena aumentando di gran lunga il livello di inquinamento del nostro amato pianeta.

Nel nostro paese vediamo spesso politiche di salvaguardia ambientale con stop alle auto e limitazione nell’uso di condizionatori e stufe, proprio per livellare gli standard di vivibilità in caduta a causa del forte inquindamento.

In Cina, invece, quante volte vediamo in Tv notizie riguardanti le nubi tossiche dovute all’inquinamento, con il cielo che si colora di giallo, si scurisce cosi tanto perche saliti alle stessi i valori di smog.

E’ importante quindi prendere coscienza di tutto, capire come sfruttare al meglio l’energia e il suo flusso.

diagnosi e monitoraggio

diagnosi e monitoraggio utili alle aziende green

Le grandi aziende hanno dalla loro parte, la possibilità di intervenire su questo grosso problema, azionando una politica “green“, vale a dire avvalersi di ingegneri e tecnici capaci di fornire un assistenza strutturale all’intero ciclo energetico, facendo una buona “diagnosi energetica” e non solo, intervenire anche dopo la diagnosi con un buon “monitoraggio energetico” perchè creare una struttura per poi non seguirla nel tempo, non ha senso, specie se esiste l’intoppo con un controllo costante del ciclo energetico si interviene subito senza quindi sprecare energia.

Efficienza energetica, questo è il punto, avere consapevolezza di ciò che si ha e di come si usa e si sfrutta al meglio.

Lo stesso vale per i cittadini e non solo per le aziende, con la differenza che il cittadino può

spreco energetico

evita lo spreco energetico con piccoli gesti

facilmente intervenire perchè deve solo prendere coscienza e capire che la vita è propria ed è unica e quindi bisogna fare del tutto per migliorarla e non peggiorarla.

Spegnere la tv e non lasciare acceso neanche quella piccola luce rossa perche è comunque uno spreco.

Lasciare far entrare la luce in casa il più possibile, il sole è fonte di calore e energia pulita.

Poche cose… che cambiano la vita… in meglio.

 

Ultime Notizie


Come configurare mail Yahoo

Ora ti spiego come Configurare email Yahoo .it Finalmente hai deciso di crearti un account mail su yahoo .it ma ora stai riscontrando dei problemi per configurare la mail yahoo sul tuo client di posta elettronica preferito. Non preoccuparti! Sei nel posto giusto. Se, con calma e con pazienza leggerai…

Come funziona Badoo

aScopri come usare badoo Hai scoperto finalmente Badoo, tutti i tuoi amici sono iscritti e vuoi anche tu fare parte di questa community dove fare nuove amicizie e perché no, trovare magari l’amore della tua vita. Sei giunto su questo sito e su questo mio articolo probabilmente perché hai riscontrato…

come funziona e si usa PayPal

Ma Come funziona PayPal? PayPal è uno degli strumenti sicuramente più usati per semplificare le transazioni online, se si tratta di un acquisto per prodotti o servizi o se si tratta di semplici trasferimenti di fondi familiari. Non ci sono costi di attivazione e tutti possono registrarsi, aprire un account…

come usare WhatsApp Web

Sei sempre con lo smartphone ad usare  WhatsApp ma a lavoro non puoi stare col cellulare in mano sempre? bene! ti aiuto io a non utilizzare il tuo smartphone ma ad usare il pc o il mac grazie a  WhatsApp Web così mentre lavori o studi hai subito a portata…

Come configurare una mail Aruba

Configurare e leggere mail Aruba Comunicare nel mondo oggi è facilissimo grazie ad un semplice account mail. Ci sono tanti modi per poter aprire un account email e sicuramente uno dei più diffusi e quelli legati ad Aruba.it. Con aruba puoi aprire mail, comprare domini, acquistare hosting e server e…

come configurare le email hotmail

Configura e leggi le email Hotmail Se vuoi capire come poter impostare una email hotmail sul tuo client di posta preferito o sul tuo nuovo smartphone Iphone o Android, sei nel posto giusto. Di seguito troverai tutte le info per configurare la tua email hotmail su i vari client di…

Non esitare a contattare per una consulenza

conoscere il cliente e il business è per me fondamentale e il primo contatto è il primo passo per una buon inizio

Le aziende per cui lavoro e ho lavorato

  • TECNO srl
  • 12print srl
  • ITDM srl
  • Delfi & Partners
  • Stampasucover.com